logo giallo ombra2

la tua passione ar dado

 

COSTRUZIONE DI UNA PARABOLA MOTORIZZATA

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

Sono un appassionato del fai da te, ed era un po’ di tempo che avevo in mente di provare a realizzare la movimentazione di una parabola, se non altro per non combattere più con la parabolina della Lidl sul tetto del camper, anche se funzionantissima. Questa estate mi ha permesso di vedere le partite dei mondiali all’estero. Il progetto è stato realizzato praticamente utilizzando materiale di recupero che possedevo. Il materiale acquistato è stato: - Corona da 70 denti per la rotazione 20€ - N° 3 fine corsa, n°4 pulsanti, n°4 led 7€ - N°3 micro relè 12V-5° 12€ - N°2 femmine + 2 maschi scart 4€ - Parabola Triax completa da 60 cm 40€  Il risultato finale è stato quello di avere a disposizione una strutura molto robusta e senza nessun tipo di gioco. La prima operazione è stata quella di creare una piastra girevole. Questo l’ho ottenuto con un motore già ridotto e con una catena (e tendicatena per eliminare punti morti), che tramite un corona dentata da 70 denti riesce a far ruotare la piastra, dove poi ho fissato il sistema di elevazione. 

par01

 

par08

 

Il passo successivo è stato quello di trovare un buon compromesso tra robustezza e angolazione per l’elevazione che avviene tramite dei leverismi, come si vede dalle foto. La barra filettata è da 10 mm in acciaio inox e tramite i 3 dadi saldati (i quali formano un piccolo cilindro che elimina ogni gioco sulla vite) fa salire e scendere la parabola. Il motore usato è quello di un’alzavetri della Clio rottamata.

par09

par10

par11

par12 

La piastra riesce a compiere una rotazione di 360 gradi, che è delimitata da fine corsa meccanici azionati da piccole cammes ottenute con la testa di piccole viti Parker avvitate sulla piastra stessa. Anche l’elevazione viene delimitata da 2 fine corsa, come da foto. I fine corsa inseriscono i 4 micro relè chiusi in una scatolina stagna.

par14

 

par13 

Il comando del tutto avviene tramite un cavetto per impianti antifurto, connessioni fatte con prese scart in maniera tale che se occorre smontarla risulti facile. La scatola comando è ricavata dalla custodia di un frontalino di una radio.

par15 

Per costruire la copertura in vetroresina del sistema ho usato come stampo il fondo di un vaso in plastica di 30 cm di diametro. Lateralmente, tramite una retina zincata, gli ho creato una ”protuberanza” che contiene  i leverismi, ma le foto spiegano più delle parole. All’interno ho messo dei fogli di alluminio per far si che, una volta asciugata, la vetroresina si staccasse dallo stampo.

 

par03

par02

par03

par04

par05

 

par06

Inserisco anche lo schema dell’impianto elettrico che permette, selezionando ”automatico”, la chiusura in posizione di riposo della parabola da qualsiasi punto parta. Sulla scatola comandi ci sono dei led che visualizzano, con l’accensione, le posizioni della parabola.

 

 

par07

Per il resto, la ricerca del satellite avviene molto facilmente utilizzando il sat-finder incorporato nel decoder che è a corredo della confezione della parabola Lidl, molto comodo.

Un cordiale saluto a tutti da Franco " Nuvola2 "

 

AVVERTENZE   

Commenti   

0 #17 andrea 2012-08-29 18:53
Ciao Sn Andrea il ragazzo in grecia ad Amodia ti ricordi mio figlio giocava con il tuo cane con la pallina ho visto il tuo lavoro ma da neofita non ci capisco un granchè possiamo trovare una soluzione ahahahah, cmq complimenti sei bravissimo rispondimi?
0 #16 Antonio 2010-04-21 19:07
Complimenti sei un genio,ottimo lavoro Ciao :-)
0 #15 Nuvola2 2010-04-20 17:44
Ciao,se guardi con attenzione le foto trovi quello che cerchi.
Nella prima foto si vede la corona che è tenuta fissa da 4 bulloncini che fungono da tiranti e sono fissati sulla piastra sottostante.
Nella foto 2 si vedono 3 viti con testa svasata e taglio a croce che vanno ad avvitarsi sul riduttore(vedi foto 7)del motore della rotazione.Sull'asse in uscita dal riduttore c'è fissato con un grano il pignone.Sempre nella foto 2 la testa esagonale che si vede in bassso a sx è di un bulloncino su cui gira un dado(a cui ho tolto la filettatura)con rondella incorporata che funge da tendicatena.
0 #14 Nuvola2 2010-04-20 17:30
Ciao Piervo,ma che scherzi?
Sta li apposta,anzi,non so come te la cavi con la corrente ma se ti dovessero servire ulteriori spiegazioni sono qui.
0 #13 Pernaselci 2010-04-20 11:12
Complimenti per il meccanismo , ma chiedo scusa , è possibile avere foto della parte dove sono ancorati corona e pignone dove avviene la rotazione , oppure uno schizzo ?
0 #12 analillo 2010-04-19 23:30
Complimenti davvero, sia per pulizia e semplicità del progetto e della realizzazione,sia per la precisione e la cura dei dettagli.
Senti se ti copio lo schema elettrico e lo applico alla mia parabola che per ora è manuale, ti offendi?
Ciao
0 #11 Stefano 2010-04-19 22:00
che dire..... complimenti
0 #10 Francesco D'Emilio 2010-04-19 20:49
Il motto di IK0QKO,nonchè di CAMPERISTI AUTOCOSTRUTTORI è : A comprar
son buoni tutti....! COMPLIMENTI.....!Ti aspetto su Facebook ...
0 #9 ALESSIO 2010-04-19 20:02
COMPLIMENTI!!! ;-)
0 #8 maurizio 2010-04-19 18:29
Bellissima realizzazione, bravo e complimenti 8)
0 #7 Nuvola2 2010-04-19 17:03
Ragazzi,grazie per i complimenti.
Mi piace molto il fai da te,chiaramente ho le basi,acquisite negli anni di lavoro,per poter fare certe cose e sopratutto tempo,ORA!
Nelle foto non si vede,ma successivamente gli ho apportata una modifica che mi permette di poterla smontare molto facilmente per manutenzione,se occorresse e ho provveduto a fare dei fori supplementari per fissaggio del piatto della parabola per poter avere una inclinazione maggiore dello stesso.Cosa che mi ha permesso,lo scorso anno,di poterla utilizzare senza problemi nel sud del peloponneso.
+1 #6 trotter 2010-04-19 15:03
Bravo davvero !!!! Complimenti.
0 #5 davide mazzocchi 2010-04-19 10:09
complimenti gran bel lavoro, soluzioni ingegnose, finiture di qualità. ciao ;-)
0 #4 Marcello 2010-04-19 09:38
Franco......
Complimenti davvero!
Sono tutti capaci a cacciare i soldi dalle tasche e comprare cose già fatte...
Il tuo ingegno e impegno è la sintesi del grande valore aggiunto che abbiamo noi italiani..un piccolo sunto del made in Italy nel DNA che abbiamo e che da questi piccoli gesti ci potrebbe far uscire dalla crisi.
Hai tutta la mia stima!Complimenti!
Ciaoo
0 #3 Nuvola2 2010-04-18 22:24
Ciao!Pesa un po',una decina di chili,sopratutto dovuto alla base.Il telaio l'ho fatto con dello scatolato,forse anche troppo robusto,con l'intenzione poi di sostituirlo con quello in alluminio.
Ma cosi è rimasto,sigh! :cry: anche perchè è funzionantissima.
0 #2 carlo 2010-04-18 20:39
Dimenticavo: quanto pesa?
+1 #1 carlo 2010-04-18 20:38
Lavoro veramente eccezionale! Onore al merito.Bel risultato finale. Se ne costruisci un altro esemplare fammi sapere. Lo comprerei. Ciao Carlo :-)

You have no rights to post comments