logo giallo ombra2

la tua passione ar dado

 

I numeri ci danno ragione...........

grafiuco2  

I numeri ci danno ragione e ci incoraggiano a fare sempre meglio , desideriamo ringraziarvi per l'interesse che avete rivolto al sito , avete ripagato il nostro impegno facendo impennare la popolarità del sito a livelli che superano quelli medi. Quando partimmo per questa splendida avventura con camperfaidate , non sapevamo dove saremmo potuti arrivare :ed eccoci qua.Fin dall'inizio,ci siamo posto un obbiettivo: realizzare uno strumento che sapesse  leggi tutto.......

lavagna

leggi-faidate

Come inviare la descrizione e foto del vostro lavoro:*Potete inviarci una e-mail allegando, un testo con foto, oppure semplicemente dei file di testo ,in qualsiasi formato (pdf-word-rtf-ecc. ecc.), con foto inserite direttamente nel documento,penseremo noi ad adattarlo alle pagine del sito  leggi tutto.......

AQUA8 LA RIPARAZIONE CHE NON C' E' CONCESSA

30-07-2013 Hits:16992 Per saperne di piu' Anonimo

Forse o sicuramente avete capito dal titolo che questo che vi sto per esporvi non è altro che uno sfogo e il rammarico di una riparazione che non è possibile realizzare, anzi mi spiego meglio si puo' realizzare ma con l'esborso di 40 euro per la sostituzione dell'intero corpo centrale , a dispetto dei pochi centesimi che potrebbero costare solo i componenti rotti............

Leggi tutto

MODIFICHIAMO IL MOTORIDUTTORE TERGICRISTALLI

26-02-2000 Hits:1351 Per saperne di piu' Anonimo

In queste righe vi mostro come modificare elettricamente il motoriduttore tergicristalli , presente come il sale in ogni minestra, vedi su questo sito parabola autocostruita ,piedini di stazionamento elettrici ,elevatore per antenna cb, porta tv motorizzato, apertura valvola di scarico, ecc ecc .In alcuni di questi lavori ho notato che l'autore lo ha isolato........ 

Leggi tutto

novita dal sito ble l 

  

CARICABATTERIE A PANNELLO SOLARE

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 Salve a tutti, premesso che durante il periodo invernale il mio vecchio camper (un CI 610 del 1990 su meccanica Fiat Ducato) staziona all'aperto e inutilizzato per mesi, capita frequentemente che la batteria motore si scarichi completamente. Navigando in Internet mi sono recentemente imbattuto in un apparecchio che, con una spesa irrisoria (circa 25 €) dovrebbe, almeno in teoria, risolvere il mio problema garantendo il mantenimento della carica della batteria motore durante il periodo di rimessaggio. Si tratta di un caricabatterie a pannello solare di piccole dimensioni (34 x 11,8 x 1,4 cm) e di ridotta potenza (1,5 W) che si collega direttamente alla presa accendisigari (Foto 1)1-camperfaidate.it

 

Nell'occasione, ricordando che in passato avevo dovuto eliminare, perché guasto, lo "stacca-batteria" installato dal precedente proprietario del mezzo, ho deciso che era giunto il momento di acquistarne uno nuovo (Foto 2) e ripristinare il cablaggio precedente. Durante il periodo di fermo prolungato del mezzo potrò così staccare la batteria motore facendo in modo che il piccolo pannello solare debba soltanto compensarne l'inevitabile "autoscarica".

2-camperfaidate.it

Per quanto riguarda il collegamento elettrico (vedi schema sotto riportato), è stato sufficiente portare due cavi conduttori di idonea sezione (2,5 mm2) dalla batteria ad una nuova presa accendisigari "dedicata" in modo che la stessa risultasse alimentata, e dunque utilizzabile per il collegamento al carica batteria, anche con l'interruttore "stacca-batteria" aperto.

3-camperfaidate.it

Per comodità e sicurezza ho inoltre inserito un interruttore bipolare (Foto 3) che seziona il collegamento elettrico tra la batteria motore e la presa accendisigari. In questo modo è possibile scollegare momentaneamente il pannello solare senza agire sulla spina e, ad esempio, avviare il motore escludendo il rischio di danneggiare il caricabatteria.

5-camperfaidate.it

Ho inoltre interposto, tra il cavo proveniente dal caricabatterie solare e la spina accendisigari un connettore irreversibile (Foto 4).

6-camperfaidate.it

Successivamente ho modificato un vecchio caricabatterie a 220V (che tengo sempre nel camper) in modo da poter collegare l'uscita a 12V direttamente al connettore irreversibile sopra descritto (Foto 5). In caso di necessità, e disponendo di una fonte di alimentazione a 220V, potrò così ricaricare la batteria motore collegando semplicemente il caricabatterie alla presa accendisigari.

7-camperfaidate.it

Concludo con una immagine (Foto 6) del piccolo pannello solare applicato sul parabrezza del veicolo utilizzando le ventose in dotazione.

8-camperfaidate.it

Un saluto da Roberto (A424813) agli amici camperisti amanti del bricolage.

 

alt

altAVVERTENZE   

 

Commenti   

0 #31 Lorenzo 2013-05-02 13:07
Io con una quarantina di euri mi son preso questo pannello solare da 10W con regolatore di carica
E' un prodotto serio e lo collego alla BM tramite una presa accendisigari non sottochiave.

Fa egregiamente il suo lavoro.

Quando prendo il camper al rimessaggio e lascio lì l'auto, lo collego all'automobile così quando torno dopo qualche settimana è bella carica anche lei :-)
0 #30 Roberto 2013-02-16 16:13
Salve maxnoto48,
posto la foto richiesta:

Se ti necessitano ulteriori chiarimenti non esitare...
Saluti Roberto
0 #29 Roberto 2013-02-11 00:09
Ciao maxnoto48,
nei prossimi giorni cercherò di postare le foto dello staccabatteria.
Saluti Roberto
0 #28 massimo 2013-02-10 23:03
Anche io utilizzo un sistema analogo ma con un pannello un pò più grande (13W) a libro. Sarei grato all'autore se può pubblicare qualche foto riguardante il collegamento dello staccabatteria. Grazie e buon lavoro a tutti.
0 #27 mauro 2013-02-09 11:37
si l'autoscarica ed i circuiti elettrici sempre collegati fanno la loro parte, ma un pannellino da pochi watt magari "cis" collegato direttamente alla batteria con idonei cavi, e staccato prima dell'avviamento onde evitare brutte sorprese può garantire una lunga vita al vostro accumulatore, anche se non più troppo fresco, con partenze perfette, molti dei problemi nascono dalla sezione dei cavi e dalla loro lunghezza, i falsi contatti degli spinotti e delle prese accendisigari fanno il resto. se si bypassa tutto ciò il sistema funziona anche discretamente, evitate i kit dei banchetti "chinesi" stimolano l'intestino e vanno smaltiti in appositi siti al più presto, un fusibile in serie al circuitino non è mai di troppo, costa poco, ed è un ottimo toccasana, ciao a tutti
0 #26 giorgio 2013-02-07 23:26
hai ragione ,mi ha ingannato la mancanza della h dopo i 34mA, ciaooooooooooo :zzz
0 #25 Roberto 2013-02-07 22:35
scusa enricogel, non vorrei apparire pedante, ma nel mio ultimo post mi sembra di aver scritto sostanzialmente quanto tu affermi. Ovvero che, alla fine dei salmi, per compensare l'autoscarica della batteria ogni giorno il pannello dovrebbe erogare per almeno 8 ore una corrente 100 mA (8 x 100 mA = 0,8 A). :-)
Ciao e grazie ancora per la pazienza e le preziose informazioni fornite: non si finisce mai di imparare...
0 #24 giorgio 2013-02-07 20:51
no purtroppo hai interpretato male! lo 0,8 è il % giornaliero della sua capacità ovvero se è da 100 e gli togli al giorno lo 0,8% fanno 800mA ! meno di 1A al giorno comunque, che infatti corrisponde al fatto che almeno ogni trenta giorni va ricaricata! ciaoooooooooo :lol:
0 #23 Roberto 2013-02-07 19:21
Grazie enricogel per l'esauriente e tempestiva risposta. Quindi, se ho capito bene, una batteria come la mia da 100 Ah perde giornalmente(con tutte le approssimazioni del caso) circa 0,8 Ah di capacità, corrispondenti ad una corrente di autoscarica media nelle 24h di circa 34 mA (0,8 Ah / 24h). Pertanto, nel mio caso, per compensare l'autoscarica, essendo la BM scollegata dal resto dell'impianto elettrico, sarebbe sufficiente che il pannellino solare erogasse i propri 100 mA per almeno 8h al giorno. Non mi resta che attendere... e confidare nella belle giornate di sole che la Toscana in cui vivo spesso ci regala. :-)
0 #22 giorgio 2013-02-07 14:56
ciao Roberto, dunque l'argomento è trattato su vari testi; la situazione è la seguente. varia molto a seconda del tipo di elettrolita, della temperatura, e della carica della batteria; per star larghi calcola circa lo 0,5 -0,8% della sua capacità, giornaliero a temperatura ambiente e completamente staccata dal circuito, ciaooooooooooo ;-)
0 #21 mirco 2013-02-07 03:09
io ho montato da 13 anni due pannelli da 55W con una centralina che carica con priorità la BS e come secondaria la BM e vi assicuro che non esistono problemi anche se il mezzo rimane fermo per un anno intero, a parte per le gomme che diventano quadrate se non sollevate il tutto da terra e la centralina si trova tranquillamente sulla rete a 45/50 €.
se avete un pochino di costanta potete trovare un pannello da 100W e relativo regolatore con il doppio controllo a circa 175,00 €.
0 #20 Roberto 2013-02-07 00:34
Buonasera enricogel,
approfitto della tua competenza per chiederti se sai e puoi cortesemente indicarmi qual'è indicativamente il valore medio (o quanto meno il relativo ordine di misura) della corrente di autoscarica di una batteria del tipo "TUDOR TECHNICA 100 AH 720A TB1000".
Grazie e ciao.
+1 #19 giorgio 2013-02-06 23:31
certo tutto serve! ma 100 mA in pieno sole per quasi 5 ore fa mezzo Ampere! e che ce fai ? la bira! già l'orologio del cruscotto te se li porta via in una giornata, per non parlare della memoria dello stereo , se poi monti l'allarme te saluto!scrivo in romanesco per sdrammatizzare un pò , ma onestamente l'oggetto è praticamente inutile! visto che siamo in tema ; vi ricordo che quando fate i conti dei consumi dovete ricordarvi del "tempo": questo fa cadere le paure di LGATTO! ti ricordo che il cbe permette un massimo di 4A di passaggio ,e questo in presenza di tensione pari ad almeno 13,6v, calando la tensione cala l'amperaggio quindi niente paura quando stacca la tua BS è ancora perfettamente salva; Il metodo postato da M48 ha l'andicap della caduta di tensione del diodo, al quale aggiugi la caduta della resistenza limitatrice! andava bene finchè non sono usciti i parallelatori elettronici ,ma ora è un metodo "vintage", ciaooooooooo ;-)comunque complimenti per il servizio oserei dire "giornalistico" bello.
0 #18 Andrea 2013-02-05 23:14
Io c'è lo proprio così... Pannello 80w per la bs e pannellino da 8 w per la bm e ti garantisco che fermo fuori da casa mia da oltre un mese l altro giorno al primo colpo e partito.... Perfetto
0 #17 Lorenzo 2013-02-05 22:56
Non basta un pezzo di filo. Ci vuole il parallelatore (€27). Un apparecchietto che si collega tra le due batterie e che consente il passaggio di corrente dalla BS alla BM quando la prima raggiunge i 13,6V. Quindi il pannello solare dà eneregia solo alla BS finché ne ha bisogno, quando questa è "satura" viene ceduta alla BM. Se la BS poi scende sotto i 12,5V il parallelatore smette si erogare corrente alla BM e quindi riprende la carica della BS in priorità.
Secondo me però non è il massimo, perché se la transizione tra carica BS e BM avviene quando il sole cala, in pratica alimenti la BM con la BS e poi ti ritrovi con la BS non piena per affrontare la notte.

Altrimenti c'è un metodo più casereccio: metti in google "Come mantenere carica la batteria del motore prelevando l'energia dalla BS" e lo trovi al primo posto.

Io comunque penso che prenderò anch'io un pannellino solare dedicato per la BM e lascio la BS col suo impianto pannello solare intatto (e centrale SCHAUDT EBL 269)
0 #16 Roberto 2013-02-05 19:53
Salve brunof,
condivido in pieno la tua affermazione. Ovviamente, nel mio caso, ho adottato questa soluzione low-cost perché al momento non ho ancora installato sul tetto del mio veicolo i classici pannelli solari per la ricarica delle batterie di servizio.
0 #15 Roberto 2013-02-05 19:44
Ciao bruno44,
ho verificato nuovamente la scheda tecnica e purtroppo devo confermare che la potenza di uscita max del pannello solare è di soli 1,5W :sad: :speriamo che sia almeno sufficiente a compensarne la sola autoscarica...
0 #14 Roberto 2013-02-05 19:10
Ciao dad75,
grazie per il complimento che ricambio sinceramente. Ho visto i lavori che hai recentemente pubblicato: sono veramente interessanti e ben realizzati (in particolare penso che ti copierò il lavoro sulla scala esterna).
0 #13 bruno 2013-02-05 19:07
Scusa se dico la mia anche se come idea è buona ma provamo a modificarla se è buona come idea diciamo che quasi tutti abbiamo il pannello solare che dovrebbe caricare la batteria secondaria con una piccola modifica può caricare anche la batteria primaria cioè quella der motore credo che abbasta un pezzo de filo anche se non son esperto
0 #12 bruno 2013-02-05 19:07
Scusa se dico la mia anche se come idea è buona ma provamo a modificarla se è buona come idea diciamo che quasi tutti abbiamo il pannello solare che dovrebbe caricare la batteria secondaria con una piccola modifica può caricare anche la batteria primaria cioè quella der motore credo che abbasta un pezzo de filo anche se non son esperto
0 #11 bruno 2013-02-05 03:49
ciao roberto, credo che il tuo pannellino ti dia 15 w e non 1,5 e sono sufficenti a mantenere l'autoscarica e anche altro
0 #10 davide 2013-02-04 23:41
bellissima idea :D
0 #9 simone 2013-02-04 09:15
VECCHIORSO
QUESTO SISTEMA L'HO ADOTTATO DA 3 ANNI ,MA USO UN PANNELLO A VALIGETTA DA 7 o 7,5 W E FUNZIONA EGREGGIAMENTE, LA MIA BATTERIA HA ORMAI PASSATO IL SESTO ANNO DI VITA.CIAO A TUTTI
0 #8 Gianni 2013-02-03 23:46
Salve a tutti,
ho acquistato lo stesso di pannello di Roberto 1 anno fa. L'ho integrato con un regolatore di carica a crepuscolare. Risultato con lo scooter 10 e lode. Da batteria quasi a zero in due giorni era carica. Ma considerata la scarsa potenza di uscita subito che sia in grado di tenere carica quella del carico. Dipende dal carico presente (chiusura centralizzata, allarme, sensori, ecc). Aggiungo solo due promemoria:
1. Per l'utilizzo con accendisigari ricordatevi di verificare che la presa sia sempre alimentata (anche in assenza di chiave) altrimenti non serve a nulla.
2. Prima di accendere il mezzo scollegate il pannello, un ritorno di energia potrebbe essergli fatale.
Buoni km a tutti.
0 #7 Andrea 2013-02-03 23:02
Io ne ho preso uno da camping sport magenta e lo messo direttamente nella presa accendisigari come da istruzioni....
L ultima volta ho lasciato il camper in strada con antifurto inserito fermo per 2 settimane e al momento di partire, batteria morta....
Prendo il pannello e lo metto il 4 gennaio vado ieri ad accenderò e baboom al primo colpo e partito...
Premetto che quando c'è n po' di sole lo prende tutto il giorno,ma in questi periodi il sole e gran poco....
Quindi il modello che ho preso io voto 10 e lode....
Consigliatissimo
0 #6 Roberto 2013-02-03 22:55
Ciao palesp, puoi tranquillamente collegare i morsetti direttamente alla batteria o ad una delle prese accendisigari già presenti. La mia scelta di cablare una nuova presa dedicata è derivata solamente dalla necessità di utilizzare il pannello solare anche con la BM scollegata dall'impianto elettrico del veicolo tramite lo staccabatteria. In questo modo il pannello solare deve compensare solamente il fenomeno dell'autoscarica della batteria in quanto tutte le altre utenze, anche le meno energivore, risultano scollegate.
0 #5 Mario 2013-02-03 21:44
Io ne ho messo uno l'anno scorso.
Ma vi assicuro che non serve assolutamente a nulla.
La batteria se non utilizzata per parecchio tempo si scarica con o senza questo carica batteria solare.
Mario
0 #4 paolo 2013-02-03 21:16
Mi piace tantissimo, ma se non voglio utilizzare altra presa, visto che il mio camper ha già tre prese accendisigari, posso mettere i morsetti direttamente sulla batteria? O in una di quelle prese già esistenti?
+1 #3 Salvatore 2013-02-03 19:46
in passato avevo avuto la tua stessa idea, ma molti me l'avevano sconsigliato.
Spero pertanto, che ci aggiornerai un po' più in la.
Grazie
ciao
Salvatore
0 #2 Max Righetti 2013-02-03 18:27
non sono un tecnicone e bisognerebbe sentire il parere di Enrico ma mi sembra un po piccolino il carica...
magari serve una prova di 30 giorni per vedere se mantiene la carica misurando con un tester al giorno 1 e al giorno 30..
palese che tra le altre cose si dovrebe tenere il camper sempre girato con il lunotto dalla parte del sole...
l'idea è buona comunque per chi non ha la possibilità di avere un punto di ricarica disponibile
0 #1 MASSIMO 2013-02-03 17:54
Grande ,ho anche io il solito problema e pensavo di fare la solita cosa ;-)

You have no rights to post comments

I piu' votati

Ultimi annunci dal mercatino

Contenuto PrezzoCondizioneCittà Data

pompa Shurflo 7L/m ( / Materiale per il fai da te )

pompa Shurflo  7L/m
vendo pompa acqua Lilie by Shurflo 12 volt - 7L/m - 1.4 bar - NUOVA. Acquistata per errata valuta[...]
50.00 €
Consegna / trasporto
Nuovo
busseto
09-15-2017
da bonfo74
32 Hit(s)

coppia conica ( / Materiale per il fai da te )

coppia conica
Stupenda coppia conica a vite senza fine in bronzo con supporto ,ideale da accoppiare con un motorin[...]
30.00 €
Spedizione
Nuovo
va
09-05-2017
da
92 Hit(s)

Vendo ( / Accessori)

Vendo
Vendo kit automazione per veranda Fiamma, completo di tutto , pronto per essere installato. Monta s[...]
150.00 €
Spedizione
Usato
Crescentino
09-01-2017
da GRANDUCAGARAGE
205 Hit(s)

Cerca nel portale-

Iscriviti alla newsletter

Ultimi commenti

  • I MIEI LAVORI PER MIGLIORARE IL CAMPER

    • Raffaele Raffaele 16.09.2017 08:08
      Ciao Ernesto, complimenti per le modifiche, Pulite ed ordinate. Ho lo stesso mezzo ...

      Leggi tutto...

  • VIA LA PUZZA DALLA C 200

    • paolo paolo 18.09.2017 11:11
      Ciao cosa hai usato per fare un foro da 25?

      Leggi tutto...

 

meteo

314061

bici

 

ultimi utenti

  • GIUDET
  • lucarelli
  • piombo
  • violino
  • craudio