logo giallo ombra2

la tua passione ar dado

 

entra facebook o

RISCALDATORE CELLULA

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Negli spostamenti invernali, come capita a tutti, la cellula rimaneva molto fredda non essendo raggiunta dal riscaldamento della cabina.Il resto della famiglia era spesso costretto ad indossare capi pesanti durante il viaggio e alla sosta il mezzo era gelato. Mi decidevo allora a montare un riscaldatore Termobile Arizona con le seguenti caratteristiche " Assorbimento: 55 W Potere calorifico: 3740 Kcal/h Portata d'aria: 200 m3/hDimensioni (lxaxp) mm. 269x198x218". Del costo di circa 140 euro. Ho acquistato 10 metri di tubazioni per alta pressione ed alta temperatura al costo di 50 euro complessive più dei raccordi in ottone e due saracinesche delle quali non ricordo esattamente il costo. Per l'allaccio al motore ho seguito gli schemi dell'impianto di raffreddamento motore forniti dalla Ford in modo di effettuare l'allaccio sulla mandata e reimmettermi nell'impianto correttamente sul " ritorno". Ovviamente a monte del radiatore dove la temperatura è maggiore. Ho coibentato i tubi con delle guaine per riscaldamenti dovendo esse passare per due metri sottoscocca, e ho posizionato l'apparecchio nella panca sotto la dinette. Ovviamente a seconda del vostro mezzo la posizione potrà variare a piacimento, anzi, più in fondo riuscirete a metterlo e meglio sarà per la distribuzione uniforme del calore. Il risultato è superiore ad ogni aspettativa, dopo pochi minuti di marcia, se si attiva il riscaldatore che ovviamente può essere chiuso e dispone di temperatura e velocita di ventilazione regolabili, si diffonde immediatamente il calore per tutta la cellula, utilizzando la temperatura medioalta, addirittura la mia signora asciuga i panni in poco tempo. Ricordo che questo tipo di riscaldamento è del tutto gratuito recuperando il calore del motore che altrimenti andrebbe dispeso dal radiatore. Quando ci si ferma per la sosta il calore accumulato è tale da consentire di non accendere il riscaldamento a gas per diverse ore. Il lavoro è di facile esecuzione, necessita di una attrezzatura alla normale portata di tutti e risulta delicato solo nella fase di allaccio all'impianto motore e al successivo ripristino dei livelli di liquido di raffreddamento dovuto all'aumentata dimensione dell'impianto stesso. 

 

riscaldatore ridimensionato-1-camperfaidate 1

riscaldatore ridimensionato-1-camperfaidate 2

riscaldatore ridimensionato-1-camperfaidate 4

riscaldatore ridimensionato-1-camperfaidate 5

riscaldatore ridimensionato-1-camperfaidate 6

riscaldatore ridimensionato-1-camperfaidate 7

riscaldatore ridimensionato-1-camperfaidate 8

By : Mastroenrico

alt

altAVVERTENZE   

 

You have no rights to post comments

Commenti   

0 #14 Lorenzo 2013-11-06 09:54
Mi sa che è proprio il modello.
Anche il mio ha tre velocità e già la prima è esagerata
0 #13 Vinzi 2013-11-05 23:23
Finalmente mia moglie non si lamenta che nella cellula fa freddo durante la guida. Ho fatto lo stesso lavoro, con le medesime modalità, funziona benissimo. Per l'amico disimaxi, i tubi dell'acqua io li ho attaccati direttamente,( naturalmente con le T.) ai tubi del collettore che dal motore che entrano nella cabina guida, lasciando integri i tubi originali. :D :lol: :roll: :zzz :-) ;-)
0 #12 Massimiliano 2013-10-06 21:42
Ciao, complimenti, bel lavoro. In pratica lo stesso che ho fatto io sul mio Laika x700 e per il quale volevo mandare le foto. L'unica cosa che ancora non ho fatto è l'allaccio ai tubi del radiatore in quanto non sono sicuro di dove attaccarmi. Volevo andare presso un'officina Ford ma poi ho lasciato tutto in sospeso per motivi di lavoro. Io ho una meccanica Ford Transit motore 2400 TD del 2007 e vorrei sapere se anche la tua è la stessa versione perché dalle foto non riesco a capire. Casomai non è che tramite il tuo amico si riesce ad avere qualche informazione ? :-)
0 #11 Fausto 2013-10-06 21:12
Citazione bedexx:
Veramente bravo, io ho il tuo stesso riscaldatore ma l'ho fatto montare :oops: Il riscaldatore è molto efficiente ma trovo che la minima velocità sia troppo forte. Non c'è un modo per mettere un potenziometro non a scatti ma continuo per la regolazione della velocità della ventola? Magari diminuisce anche l'assorbimento.


Su uno dei cavi di alimentazione puoi montare sia un potenziometro che una resistenza. In entrambi i casi puoi ridurre il numero dei giri ma non l'assorbimento.
0 #10 Vinzi 2013-09-30 21:42
Aiuto, in giro ci sono prezzi da mutuo, e vorrei fare da me. i tubi vanno collegati dove al radiatore? grazie e tutti.
0 #9 enrico d'ascenzo 2013-09-30 18:56
Può darsi che ci sia un contatto nella tua oppure un malfunzionamento. Nella mia la minima velocità è davvero minima, non si sente neanche il fruscio, mentre con la massima ci asciughiamo i panni.
0 #8 analillo 2013-09-30 11:00
Veramente bravo, io ho il tuo stesso riscaldatore ma l'ho fatto montare :oops: Il riscaldatore è molto efficiente ma trovo che la minima velocità sia troppo forte. Non c'è un modo per mettere un potenziometro non a scatti ma continuo per la regolazione della velocità della ventola? Magari diminuisce anche l'assorbimento.
+2 #7 enrico d'ascenzo 2013-09-30 10:50
Ovviamente nella panca ho realizzato una presa d'aria con relativa griglia nella parte più lontana dal riscaldatore.

Il problema della variazione della temperatura a seconda di come si modifica quella della cabina a me non capita.Posso variare a piacimento le due temperature in modo indipendente. Si vede che dipende dalla conformazione dell'impiano o del punto dove ho effettuato l'innesto. Io mi sono fatto mandare lo spaccato dell'impianto e un amico camperista nonchè meccanico ford mi ha scritto dove effettuare l'allaccio. E' andato tutto bene.
Ottima l'idea di sistemare delle elettrovalvole con termostato anche se , i passeggeri che viaggiano dietro sono loro, che stabiliscono il grado di caldo o freddo che vogliono e inoltre meno cose elettriche ci sono in giro e meno se ne possono rompere.
Ritengo che sia un lavoro di difficoltà media, alla portata della maggior parte degli appassionati del fai da te. Basta leggere i tanti consigli presenti sui forum.
-2 #6 bruno 2013-09-29 22:03
in gamba
-2 #5 Max Righetti 2013-09-29 21:57
Ben fatto... chiaro che sei abile di mani e di testa perché non è facile far tutto da soli senza un meccanico a portata di mano....
Ottimo il risultato estetico tra l'altro.
MR
0 #4 Franco 2013-09-29 12:14
+1 #3 Fausto 2013-09-29 11:45
Anch'io ho montato questo riscaldatore tre anni fa, ed in effetti è molto efficente.
Io però avevo un foro piu largo rispetto al corpo del riscaldatore, in questo modo ho potuto montare delle griglie che permettessero l'aspirazione di aria dall'esterno del gavone.
Riguardo al funzionamento, ho notato però delle variazioni nel flusso d'acqua in funzione della regolazione della manopola aria calda in cabina di guida.
Praticamente se si aumenta la temperatura in cabina (quindi si aumenta l'apertura del passaggio acqua) il liquido prende questa come via preferenziale riducendo la portata al riscaldatore interno.
Viceversa se si riduce la temperatura del cabina, la via preferenziale diventa quella del riscaldatore.
Insomma basta spostare di poco la manopola aria calda sul cruscotto per avere delle variazioni di temperatura non proporzionate allo spostamento.
La soluzione sarebbe quella di montare una piccola pompa di ricircolo a basso assorbimento, per garantire una maggior costanza di flusso al riscaldatore. Il problema è trovare la pompa adatta.
0 #2 rubeddu mario 2013-09-29 10:48
ottimo lavoro pulito e ben curato. ti volevo chiedere se hai dovuto ricavare una presa d'aria nella panca dove c'è il riscaldatore.
0 #1 carlo 2013-09-27 23:44
Ottimo lavoro ........io son già due anni che l'ho fatto e al posto dei due rubinetti a sfera ho montato una elettrovalvola comandata da un termostato ambiente in più ho montato anche un termostato sulla tubazione per comandare la ventola in questo modo diventa tutto automatico